Meglio un preventivo a ore o a prestazione per i tuoi uffici?

Sempre più spesso mi capita che i clienti mi chiedano di fare loro dei preventivi per le pulizie ordinarie degli uffici e dei condomini volendo vedere sul preventivo il numero di ore che l’addetto alle pulizie impiegherà per svolgere il proprio lavoro.

A queste richieste io cerco di rispondere inserendo un numero di ore che però sono del tutto indicative poiché ogni situazione è diversa e particolare: per esempio una giornata di lavoro l’operatore potrebbe scegliere, in base alla sua preparazione ed esperienza, di utilizzare una macchina per le pulizie o un’altra impiegando così più o meno tempo a seconda delle necessità. Queste scelte che sono dettate dalle esigenze del caso specifico fanno si che il preventivo ad ore sia impreciso. Per esempio immaginate di stare preparando la cena e di voler cucinare una buonissima carbonara, mentre state cuocendo la pasta e vi accingete a rompere le uova vi rendete conto che qualcuno ha finito le uova che erano in frigo e che quindi non riuscirete a preparare la carbonara: se siete proprio convinti di voler cucinare quella andrete dal vicino a chiedere le uova o magari andrete addirittura a comprarle sotto casa, altrimenti preparerete gli spaghetti al tonno o al pomodoro a seconda di quello che avete in casa. La scelta dipenderà dalla vostra esperienza esattamente come per l’operatore delle pulizie, ma in ogni caso il tempo che avevate preventivato per la preparazione della cena sarà cambiato.

È meglio quindi richiedere un preventivo ad ore o uno a prestazione?

Per riassumere il concetto e prendere una decisione ponderata dovete chiedervi: è più importante che i miei uffici siano puliti bene o che l’addetto alle pulizie ci metta esattamente il tempo scritto sul preventivo?

Per avviare una collaborazione produttiva e duratura tra azienda cliente ed impresa di pulizie è fondamentale avere fiducia nelle imprese di pulizie e partire dal presupposto che la cosa importante sia che il servizio venga svolto con precisione ed affidabilità.

Un preventivo basato sulla prestazione e non sul numero delle ore può essere quindi la soluzione migliore per entrambe le parti perché il cliente otterrà un ufficio pulito nel migliore dei modi, con le attrezzature ed i prodotti specifici, mentre l’operatore delle pulizie potrà svolgere il proprio lavoro con precisione e serietà. Ogni intervento sarà quindi preventivato come prestazione permettendo al cliente di sapere quanto spenderà per avere un determinato servizio adatto al suo caso specifico: per esempio se il cliente ha un ufficio di 90 mq avrà un preventivo diverso da uno che ha un ufficio di 300 mq comprese le scale.

Per questo motivo SAGEM agisce facendo sopralluoghi prima di stipulare un contratto o un preventivo, avendo così modo di parlare con il cliente e scoprire quali siano le sue reali esigenze, di osservare gli ambienti da pulire e i materiali diversi che li compongono. Il preventivo a prestazione può così essere fatto avendo dei dati reali su cui basarsi.

In conclusione è sempre meglio giudicare l’operato invece che i dieci minuti in più o in meno.