Come pulire le piastrelle del bagno: trucchi e consigli

Come trattare il parquet per prevenire patine e aloni
Come togliere una patina sul parquet trattato del tuo ufficio
7 Settembre 2020
impresa specializzata pulizie milano
Stai cercando un’impresa specialista nelle pulizie?
10 Ottobre 2020
Come pulire le piastrelle del bagno

Il bagno è un luogo particolarmente ostico quando ci si mette a pulire casa. Di solito è di pochi metri quadri e ha molte diverse superfici che devono essere spolverate, lavate, igienizzate.

Per ogni materiale si dovrebbe utilizzare un prodotto ideale e strumenti dedicati, così da non danneggiare i sanitari, ma anche il rivestimento delle pareti del bagno.

Proprio quest’ultimo particolare mette spesso in crisi chi si occupa della pulizia del bagno e la domanda viene spontanea: come pulire le piastrelle del bagno?

Leggendo questo articolo scoprirai come eseguire questa operazione velocemente ed efficacemente.

Pulire le piastrelle del bagno con prodotti naturali

Se il bagno non è particolarmente sporco e il rivestimento delle pareti è in buone condizioni, si può ricorrere a soluzioni casalinghe semplici da realizzare ed efficaci nel rimuovere aloni e residui superficiali.

Ad esempio un composto fatto di un litro d’acqua e un bicchiere di aceto bianco è adeguato per detergere le piastrelle del bagno e togliere incrostazioni e macchie, anche quelle causate dal calcare.

Aumentando la quantità di aceto fino ad arrivare al 50% della soluzione con acqua si possono pulire anche le fughe. Bisogna usare uno spazzolino per distribuire questo detergente fai-da-te negli spazi tra le piastrelle e occorre lasciarlo agire qualche minuto dopo aver strofinato bene. Per concludere la pulizia di queste rigoline si devono risciacquare con acqua calda.

Il problema più evidente in questo caso è sicuramente l’odore poco gradevole dell’aceto, ma quello sostanziale è che questo mix non va bene per rimuovere tutti i tipi di sporco.

Un altro sostanza comunemente reperibile in casa che può essere usata per la pulizia delle piastrelle è il bicarbonato. Questa candida polverina deve essere distribuita sulla superficie da detergere, lasciata ad agire una decina di minuti e rimossa con l’acqua.

Il bicarbonato non ha odore, ma la difficoltà in questo caso sta nella gestione del prodotto che deve essere posizionato con cura su tutte le aree sporche.

Pulizia delle piastrelle del bagno con candeggina o ammoniaca

La candeggina e l’ammoniaca sono sostanze molto efficaci, ma bisogna fare grande attenzione per utilizzarle in sicurezza. Bisogna evitare il contatto diretto con la pelle e con gli occhi e non bisogna inalare a lungo le loro esalazioni.

Sono necessari guanti quando si usano queste sostanze ed è consigliato arieggiare il bagno per non respirare le parti volatili nocive.

Unendo una parte di ammoniaca a due di acqua oppure una di candeggina a tre di acqua e inserendo il mix in una bottiglia con uno spruzzino è possibile irrorare tutte le piastrelle del bagno. Dopo aver lasciato agire la soluzione per una decina di minuti la si deve rimuovere con un panno.

Il vapore per togliere lo sporco dalle piastrelle

In commercio sono presenti diverse macchine ad uso domestico che generano vapore allo scopo di pulire superfici.

La pulizia delle piastrelle del bagno con pulitore a vapore necessita, ovviamente, di una spesa iniziale per l’acquisto dello strumento o di un budget a disposizione ciclicamente se si opta per il noleggio.

Di solito questi elettrodomestici sono corredati di diversi utensili utili a rimuovere macchie e residui dalle piastrelle e dalle fughe.

È sempre giusto leggere le istruzioni prima di usare la macchina e fare molta attenzione quando si passa alla concreta pulizia del bagno. Bisogna sempre ricordarsi di quanto sia caldo il vapore e, quindi, è meglio usare i guanti per evitare scottature.

Pulizie professionali per il tuo appartamento

Pulire e igienizzare sono attività molto impegnative, perché, per essere eseguite perfettamente, occorrono conoscenze sugli strumenti e sui prodotti adatti ai diversi tipi di sporco e alle differenti superfici da trattare.

Per questo motivo l’intervento di un’impresa di pulizie qualificata come SAGEM è la soluzione migliore quando si vuole avere un’abitazione sempre splendente, bagno e piastrelle comprese.

Fare le pulizie con una giusta frequenza porta via molto tempo a chi non è specializzato in questo lavoro. Potrebbe essere poco vantaggioso perdere mezza giornata alle prese con detergenti e stracci, mentre potrebbe essere conveniente lasciare le pulizie di casa a chi è specializzato in questo mestiere.

Se vuoi maggiori informazioni non esitare a contattare noi di SAGEM, da oltre quarant’anni ci occupiamo con successo di pulizie di abitazioni private, condomini, edifici pubblici, imprese e uffici.