Moquette: tipologie, pulizia e lavaggio

Una nuova e avventurosa "Impresa": le pulizie
Una nuova e avventurosa “Impresa”
10 Giugno 2015
Scopri il servizio di pulizie degli uffici a Milano offerto da sagem Pulizie
Pulizie uffici: il sopralluogo è la chiave per favorire il cliente
17 Luglio 2015
pulizia della moquette

La moquette è costituita da un materiale tessile che facilmente si sporca e assorbe e attira a se polvere e altra sporcizia.

Vi sono diverse tipologie di moquette:

– moquette bouclée: caratterizzate dal pelo a occhiello. Molto robuste, non trattengono impronte e sono ideali per ambienti dove il passaggio è frequente;
– moquette velluto: di questa tipologia fanno parte quelle rasate, a pelo corto e di aspetto compatto, le frisées con singoli fili, indipendenti l’uno dall’altro. Questa tipologia è delicata e trattengono sensibilmente le impronte. Trattiene in maniera ostinata lo sporco necessitando di una manutenzione molto accurata;
moquette agugliate: compatte, non temono l’usura grazie alla manifattura meno soffice ed elastica, a pelo corto o rasato con superficie liscia oppure lavorata. Tale tipologia è particolarmente indicata per ambienti di frequente passaggio, come corridoi, ingressi ed uffici.

Pulizia giornaliera della moquette: battitappeto

In presenza di moquette bisogna evitare che la polvere si accumuli sulla moquette in maniera spropositata, sia per questioni di igiene sia per evitare fastidiose allergie.

Il segreto per il mantenimento e la corretta pulizia di una moquette, è passarla/batterla con un battitappeto ogni giorno ed aspirare potentemente tutto ciò che riappare i superficie, andando in profondità.

Il lavaggio della moquette

Per le aree molto utilizzate, con passaggio frequente, come un ingresso oppure una zona giorno, è fondamentale lavare la moquette anche una o due volte l’anno, mentre nelle aree meno sporche come possono essere ad esempio le camere da letto, si può effettuare un pulizia profonda anche ogni due anni.

Il lavaggio può essere effettuato ad acqua o a secco.

Il lavaggio ad acqua consiste nel metodo ad iniezione/estrazione: utilizzando una macchina, appunto iniezione/estrazione, si lava su tutta la superficie interessata una soluzione di acqua e detergente dando la possibilità al detergente stesso di agire e ammorbidire lo sporco nelle fibre; successivamente il macchinario aspira il tutto attraverso le bocchette di aspirazione. In caso di macchie persistenti sarà necessario agire con detergenti specifici.

Il lavaggio della moquette a secco consiste prima di tutto nell’aspirazione profonda della superficie; utilizzando poi una monospazzola si passa sulla moquette la schiuma, si lascia asciugare e si aspira ancora profondamente la superficie.