Come gestire la pulizia di cucine professionali a Milano con SAGEM Pulizie Milano

Pulizia di cucine professionali – come gestirla e organizzarla

Le pulizie di cucine professionali richiedono una particolare attenzione in ogni fase, perché in questi luoghi in cui vengono preparati alimenti possono svilupparsi batteri e microrganismi patogeni.

La pulizia della cucina di un ristorante deve essere eseguita seguendo le norme del settore per non tralasciare nulla e per creare un ambiente di lavoro perfettamente igienizzato.

In questo articolo analizzeremo questa particolare attività a partire dalle regole essenziali da rispettare.

Da dove iniziare per la pulizia delle cucina di un ristorante: H.A.C.C.P.

Per iniziare in modo corretto la pulizia della cucina di un ristorante è necessario conoscere l’HACCP, il cui significato per esteso è Hazard Analysis and Critical Control Points, ovvero, analisi dei pericoli e punti di controllo critico.

Il manuale HACCP che viene redatto dal titolare è il documento in cui, tra le altre cose, vengono indicati i metodi per risolvere i rischi alimentari e, di conseguenza, anche le operazioni di pulizia che devono essere eseguite per mantenere la cucina professionale in condizioni impeccabili.

Per gestire in modo corretto le pulizie della cucina del ristorante occorre:

  • Definire le attività da svolgere giornalmente e quelle da  svolgere con frequenza minore
  • Stabilire quali sono i prodotti pulenti e igienizzanti da utilizzare sulle diverse superfici
  • Descrivere i metodi con cui devono essere eseguite le diverse attività di pulizia
  • Prevedere una fase di monitoraggio e di eventuale ottimizzazione delle pulizie

Per svolgere un lavoro impeccabile servono esperienza e molta attenzione, perché i germi e i batteri si annidano anche in piccolissime aree che possono passare inosservate.

Principali fasi per la pulizia di cucine professionali

È davvero lungo l’elenco di ciò che deve essere fatto dopo ogni turno di lavoro o, addirittura, dopo aver terminato una singola preparazione, ma cerchiamo di vedere alcune di quelle che potremmo definire consuete.

Le principali attività da eseguire giornalmente all’interno di una cucina professionale sono:

  • Pulire e igienizzare piani di lavoro, scaffali, dispense, taglieri
  • Pulire a fondo fornelli, piastre per la cottura, griglie, bollitori
  • Pulire e igienizzare frigoriferi, affettatrici e altri strumenti usati per le lavorazioni
  • Pulire le cappe aspiranti
  • Togliere residui e sporcizia dalla cella frigorifera
  • Lavare i pavimenti

Altre operazioni che possono essere eseguite con una frequenza minore sono:

  • Pulire a fondo congelatori e abbattitori
  • Pulire a fondo i forni
  • Pulire a fondo macchina del caffè e macchina del ghiaccio
  • Pulire e lavare le pareti e il soffitto

Queste sono solo alcune delle cose che devono essere fatte per mantenere una cucina professionale in condizioni igienicosanitarie eccellenti.

Affidati a un’impresa di pulizie professionali per avere una cucina a norma

Per essere certi di avere una cucina professionale pulita e sanificata a dovere si può chiedere la collaborazione di un’impresa di pulizie qualificata.

Un team di professionisti sa come intervenire, quali prodotti usare, quali sono le zone con maggiori criticità e, pertanto, può eseguire una pulizia meticolosa in tempi congrui.

La programmazione delle pulizie è fondamentale, perciò l’impresa di pulizie e il titolare del ristorante si devono coordinare per calendarizzare gli interventi con la giusta frequenza e riducendo al minimo il disturbo dell’attività lavorativa. Se vuoi un aiuto concreto per la pulizia della cucina del tuo ristorante, chiedi a noi di SAGEM.