Scopriamo insieme cos’è l’RSPP delle imprese di pulizia e a cosa serve

Il documento di valutazione dei rischi spiegato da S.A.G.E.M. Pulizie Milano
Per chi è obbligatorio il documento di valutazione dei rischi?
3 Dicembre 2018
Il servizio di portierato di S.A.G.E.M. Pulizie Milano
Servizio di portierato e sostituzione custode per il tuo condominio
18 Dicembre 2018
L'RSPP delle imprese di pulizia spegato da S.A.G.E.M. Pulizie

Come molti sanno RSPP è la sigla che sta per Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione. Quando si va nell’ambito dei rischi a cui sono sottoposti i dipendenti in azienda le norme da prendere in considerazione sono contenute nel D.Lgs. 81/2008, ovvero il Testo Unico Sulla Salute E Sicurezza Sul Lavoro.

In un’azienda è il datore di lavoro ad attribuire a sé stesso o a un’altra persona il ruolo di RSPP. Chi svolge questo importante compito deve avere caratteristiche idonee che gli permettano di essere particolarmente attento all’individuazione dei pericoli presenti sul luogo di lavoro. È suo compito pensare a come prevenire i rischi per la salute coordinandosi con il datore di lavoro.

Inoltre, il RSPP gestisce anche gli ASPP, gli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione che sono obbligatori solo in alcune aziende a seconda delle dimensioni e della tipologia. Questo team svolge la sua attività per permettere a tutti i lavoratori di eseguire i loro compiti senza incorrere in problemi di salute a breve o a lungo termine.

 

La formazione di un RSPP

Un Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, per svolgere correttamente la sua funzione, deve seguire corsi di formazione che gli permettono di conseguire gli attestati. È molto importante poter dimostrare di avere una preparazione specifica nel campo della prevenzione dei rischi.

Inoltre, l’articolo 32 della decreto legislativo 81/2008 stabilisce i titoli di studio minimi e i requisiti che deve avere un RSPP.

Per svolgere questo ruolo all’interno di un’azienda si deve avere almeno il diploma di istruzione secondaria superiore e, come già detto precedentemente, bisogna possedere l’attestato di frequenza che provi di aver seguito corsi di formazione specifici per il grado dei rischi presenti sul posto di lavoro e relativi alle attività lavorative.

Esiste un caso in cui il diploma superiore non è indispensabile per diventare RSPP, ovvero quando il dipendente ha già svolto lo stesso compito in altre aziende (almeno da sei mesi alla data del 13 agosto 2003) e, naturalmente, abbia seguito i corsi obbligatori per legge.

 

In un’impresa di pulizie deve esserci un RSPP?

La risposta è molto chiara: .

La sicurezza è fondamentale per un’impresa di pulizie che opera sempre in luoghi diversi come ad esempio condomini, palestre, negozi, uffici.

Inoltre in questo mestiere si utilizzano prodotti chimici e macchinari, quindi è necessaria sia la formazione sia l’applicazione di tutte le norme di prevenzione che un RSPP può indicare e mettere in atto.

Permettere ai dipendenti di lavorare serenamente senza temere per la loro incolumità è un fattore basilare che contribuisce ad ottenere ottimi risultati.

Anche dal punto di visto legale è indispensabile per un’impresa di pulizie poter dimostrare di seguire tutte le norme volte alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Un committente, che sia un amministratore di condominio o il manager di un’azienda, deve sempre verificare che le imprese a cui appalta lavori siano in possesso di tutti i documenti previsti dalla legge.

Sagem ha il RSPP per ogni lavoro che svolge. La nostra impresa di pulizie è scrupolosa e tiene molto alla salute dei propri dipendenti e dei propri clienti.