Pulizia del parquet opaco con SAGEM Pulizia Milano

Pulire il Parquet opaco: guida e consigli pratici

Il parquet è forse il tipo di pavimento che maggiormente dona un senso di calore e naturalezza a un ambiente.

Bello, elegante, di diversi colori, materiali e texture, questa pavimentazione è tra le più usate sia per la casa, sia per ambienti pubblici e privati di lavoro come uffici, alberghi, ristoranti, pub.

Uno delle domande che porta con sé questo tipo di superficie calpestabile è: come pulire il parquet opaco?

Cercheremo di rispondere a questo quesito nei prossimi paragrafi.

Primo step per togliere gli aloni opachi sul parquet

Quando si notano aloni opachi sul parquet non bisogna immediatamente agire con prodotti liquidi o spray, proprio come si farebbe su una superficie in acciaio.

La prima cosa da fare è provvedere a eseguire una pulizia superficiale per togliere eventuale polvere o sporcizia secca che si è accumulata in una area circoscritta.

Una zona del pavimento di legno potrebbe risultare opaca per via, ad esempio, di un residuo di terra portato lì attraverso le scarpe non perfettamente pulite.

In questo caso bastano la scopa e la paletta per risolvere l’inconveniente in modo rapido e definitivo o, in alternativa, l’aspirapolvere.

Secondo step: come lavare il parquet

Esistono in commercio diverse tipologie di prodotti pensati per le differenti caratteristiche dei parquet, ma spesso si può fare a meno della chimica per ottenere un pavimento pulito.

Il passaggio con la scopa o con l’aspirapolvere è sempre necessario per eliminare i residui più grossolani e che potrebbero diventare problematici quando, successivamente, si andrà a usare l’acqua.

È sempre meglio assicurarsi di non utilizzare strumenti con estremità abrasive che potrebbero danneggiare la pavimentazione in legno, ad esempio spazzole o scope con setole molto dure.

Tolte polvere, briciole e altre piccole particelle si può passare a lavare il parquet con acqua tiepida e un sapone neutro o, in alternativa, un prodotto specifico (avendo cura che non sia aggressivo).

È utile un panno in microfibra per detergere il pavimento e un altro per asciugarlo.

Terzo step: per la pulizia del parquet chiedi ai professionisti

Il fai da te va bene se si deve pulire una sola stanza e se si è certi di non recare danni al parquet, ma quando i metri quadri da trattare sono sull’ordine delle decine e non si vogliono correre rischi è sempre meglio affidarsi a imprese di pulizie professionali.

Gli esperti possono fare un sopralluogo durante il quale stabilire le cause dell’opacizzazione del parquet e, di conseguenza, i metodi migliori d’intervento per ripristinarne la lucentezza.

Chi opera nel settore da molti anni come noi di SAGEM sa quali prodotti e strumenti utilizzare per ottenere risultati ottimali anche su materiali delicati o prestigiosi.

In oltre quarant’anni di attività abbiamo eseguito pulizie in abitazioni private, condomini, uffici, industrie, attività commerciali e il parquet per noi non ha segreti.

I nostri operatori sono preparati e dotati di tutto ciò che serve per pulire, lavare e, quando serve, lucidare i pavimenti in legno.

Inoltre, per essere sempre dalla parte dei nostri clienti, proponiamo la “Garanzia di Qualità soddisfatti al 100%”per cui eseguiamo di nuovo la pulizia se il risultato non ha raggiunto la risultato previsto.Se vuoi capire come pulire il parquet opaco rivolgiti a noi di SAGEM.