D.U.R.C. e condomini: quando lo Stato ti obbliga?

Disinfestare il giardino dalle zanzare con Sagem Pulizie Milano
Come disinfestare il tuo giardino dalle zanzare
12 novembre 2018
Il documento di valutazione dei rischi spiegato da S.A.G.E.M. Pulizie Milano
Per chi è obbligatorio il documento di valutazione dei rischi?
3 dicembre 2018
Il durc per il condominio spiegato da Sagem Pulizie Milano

Cominciamo descrivendo precisamente cosa è il DURC. L’acronimo sta per Documento Unico di Regolarità Contributiva ed è la certificazione che devono avere le aziende o i professionisti per dimostrare la regolarità dei pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e dei premi assicurativi.

Per essere ancora più chiari: con il DURC si dà la certezza che sia stato pagato quanto dovuto all’Inps, all’Inail, alla Cassa Edile.

Questo documento è molto importante, anzi, è un requisito fondamentale quando si vuole partecipare ad appalti di Enti Pubblici, ma vedremo che lo è anche per i lavori in condominio.

 

A cosa serve il DURC e come si richiede

Abbiamo già visto che il Documento Unico di Regolarità Contributiva è assolutamente necessario per firmare contratti pubblici, ma bisogna sottolineare che lo è anche quando si vuole godere di contributi e agevolazioni forniti dallo Stato o da altri enti.

Il DURC serve anche quando soggetti privati devono fare lavori edili, quindi deve essere esibito per ottenere tutti i permessi.

Oltre ad essere in regola con i versamenti a Inps, Inail e Cassa Edile, le aziende possono avere questo documento se non hanno inadempimenti o nel caso ne abbiano, essi devono avere conseguito la dilatazione dei debiti.

Esistono altri casi particolari in cui si può ottenere un DURC regolare, come ad esempio:

  • Se il soggetto richiedente ha dei pagamenti non fatti, ma legalmente sospesi;
  • Se è stata chiesta una compensazione per i pagamenti ancora da fare (previa documentazione del credito);
  • Se esistono crediti Inail non ancora iscritti a ruolo pendenti o se sono già iscritti a ruolo, ma per cui è stato fatto ricorso o hanno ottenuto la rateizzazione;
  • Se entro 30 giorni sono state denunciate variazioni nel rischio della lavorazione assicurata.

 

Lavori nel condominio e obbligo del DURC

Anche quando un amministratore interpella una ditta per fare lavori nel condominio deve chiedere il DURC. Anche non fosse obbligatorio, sarebbe fortemente consigliata questa richiesta.

D’altra parta, un’impresa deve sempre essere pronta a consegnare tutti i documenti necessari a far capire la propria regolarità nei confronti della legge. L’amministratore è responsabile se all’interno del condominio operano lavoratori non in regola, quindi è tenuto a fare tutte le verifiche del caso.

Anche nel settore delle pulizie del condominio vale tutto questo e, in aggiunta a quanto descritto nelle righe precedenti, si può anche dire che presentare immediatamente all’amministratore i documenti, compreso il DURC, comprova la professionalità di un’azienda.

Bisogna sempre ricordare che i luoghi comuni del condominio, ad esempio scale e androne, possono essere inquadrate come veri e propri luoghi di lavoro. L’amministratore condominiale non è esonerato da responsabilità quando appalta i lavori di pulizia ad una ditta esterna, anzi diventa lui stesso il committente, quindi può essere soggetto a sanzioni in caso di irregolarità.

Se stai cercando un’impresa di pulizie per il tuo condominio con il DURC in regola contatta SAGEM. La nostra azienda è sempre molto attenta agli adempimenti di legge e alla professionalità dei dipendenti.